Il fenomeno Fan Token nello sport

FAN TOKEN - Ad oggi sono molti i club in crisi poiché non riescono ad avere entrare sufficienti a coprire le ingenti spese. Il legame tra calcio, Fan Token e NFT è in crescita e permette a società, fondazioni e aziende di generare ricavi molto proficui, attirando anche un pubblico giovane e diversificato. Ma di che entrate si parla?

Il mondo dei Fan Token

I Fan Token sono criptovalute, facenti parti della categoria degli utility token, che permettono ai tifosi sportivi di accedere ad una serie di bene e servizi capaci di influenzare le decisioni della squadra da cui sono emessi. Per quanto riguarda il club essi rappresentano una sorta di “azioni” acquisite da un tifoso, che però non portano a modifiche in ambito societario e della proprietà del club. L’acquisto di Fan Token non comporta anche l’acquisizione di quote finanziarie ma solo di servizi particolari di cui può valersi il possessore. In questo modo le squadre non sono costrette a farsi carico anche degli oneri finanziari che azioni reali comportano.

I tifosi possono acquistare Fan Token grazie a criptovalute appropriate che però non è necessario possedere in quanto ad effettuare lo scambio ci pensa l’app di gestione competente. Con i propri Fan Token i tifosi possono scegliere: quale giocatore dovrà fare le dirette social; quale canzone mettere dopo un gol o in fase di riscaldamento o all’intervallo; quali squadre affrontare in amichevole. Inoltre attraverso sondaggi possono avere voce nella scelta: del merchandising; del bus; su chi schierare titolare. Non finisce qui infatti possono anche avere accesso a particolari sconti su biglietti e merchandising.

Per la squadra invece i Fan Token permettono di averi ricavi in tempo rapidi senza dover fare i conti con il sistema bancario. Nel mondo del calcio i maggiori club europei hanno riscosso circa 175 milioni di euro solo nel 2021. Ma non sono privi di rischi. Essendo criptovalute, come le “monete madri” non hanno un valore fisso, ma soggetto a fluttuazioni. Questo comporta rischi specialmente per i tifosi acquirenti, che potrebbero ritrovarsi a perdere tutto nel giro di pochissimo tempo. Le perdite possono protrarsi per molto tempo o per poco, essere altamente significative o meno. Tra dicembre 2020 e gennaio 2021 si è già assistito ad una situazione del genero con i fan token di Roma e Juventus che hanno perso rispettivamente il 76.6% e il 36.3% di valore.

Fan Token che partono dalla NBA

Le prime a dare il via al mercato dei Fan Token sono state le squadre di NBA mettendo a disposizione dei tifosi i video delle azioni più significative. L’idea di poter avere come copia unica e irripetibile, grazie alla tecnologia degli NFT, un canestro del proprio miti ha fatto schizzare il prezzo di questi video anche a 1800 dollari a pezzo. Dall’NBA però hanno preso spunto numerosi altri sport, tra cui calcio, ma anche Formula1.

A parlare del successo degli NFT e dei Fan Token è lo stesso Alexandre Dreyfus, CEO di Chiliz e socios.com, le piattaforme che gestiscono queste tecnologie.

“In un solo giorno, abbiamo annunciato cinque partnership da tre diversi sport in tre continenti. Nei prossimi anni una generazione di fan passivi si trasformerà in fan attivi e tale transizione avverrà attraverso il coinvolgimento sulla nostra piattaforma. Le più grandi organizzazioni sportive mondiali si stanno unendo a noi in massa nella ferma convinzione che Socios.com e i Fan Tokens sono qui per restare”.

Il successo delle cripto nel calcio

Abbiamo già introdotto alcune cifre, ma entriamo più nel dettaglio prendendo a riferimento le squadre di calcio.

Partiamo da AS Roma e Inter

Per i prossimi tre anni sul petto delle maglie giallorosse ci sarà il logo di Digitalbits, società di cryptomonete che ha già fruttato al club 36 milioni di euro. Al 08/10 il valore di un singolo Fan Token della Roma è di 6.48 euro.

Anche i giocatori dell’Inter hanno il proprio cripto sponsor sul petto. Il logo Socios.com è comparso sulle maglie nerazzurre a partire dalla stagione 2021/2022 nelle partite di Serie A e tutte quelle al di fuori dei campionati UEFA. Grazie a questo accordo l’Inter guadagnerà a stagione 20 milioni di euro circa in più.

Milan e Juventus

I calciatori rossoneri e bianconeri invece presentano la propria cripto partnership sulla manica. Le due squadre hanno stretto accordi per sleeve partnership rispettivamente con BitMEX e Socios.com. Per il Milan la sponsorizzazione significa ritrovarsi in cassa dai 3-4 milioni di euro in più a stagione. La Juventus invece è riuscita a portare il valore del proprio fan token a 12.55 euro.

Ci sono squadre che invece si sono impegnate anche nel fare cassa con ciò che gira intorno ai fan token, come gli NFT. Questo è il caso della Fiorentina che dato vita ad una versione digitale della propria maglia ufficiale. Così facendo, 95 fortunati, potranno entrare in possesso di una versione del tutto personale della maglia della viola, riconosciuta a tutti gli effetti di loro proprietà. Ad attestare l’unicità e la proprietà sarà uno speciale smart patch in collegamento con un NFT registrato sulla blockchain.

Anche il motorsport conquistato dai Fan Token

Dal calcio si passa alla Formula 1 con i team di Aston Martin e Alfa Romeo. Prima di loro dal settore del motorsport però la collaborazione con Chillz e Socios.com era stata firmata dalla Nascar con il team Roush Fenway Racing. I team di F1 guadagneranno grazie a quote percentuali ricevute sui fan token e sul trading.

La dichiarazione di Frederick Vasseur, Team principali di Alfa Romeo dopo l’accordo:

“Il modo di coinvolgere i fan in F1 si sta evolvendo e Alfa Romeo Racing ORLEN è in prima linea in questo nuovo entusiasmante viaggio. Il lancio dei fan token fornirà ai nostri fan un nuovo modo di interagire con la squadra, che è un aspetto chiave per avvicinare i nostri tifosi in tutto ciò che facciamo all’interno del team”.

Messi è il primo giocatore pagato in criptovalute, per saperne di più clicca qui.

Messi, uno stipendio da milioni di euro e criptovalute

MESSI CRIPTOVALUTE - Il trasferimento di Messi al Paris Saint Germain è stato uno dei colpo di calciomercato più inatteso del 2021. Il Barcellona ha provato in tutti i modi a tenersi il campionissimo, ma i tagli al budget erano troppo alti per trattenere la stella del calcio. Il club francese ha invece offerto alla “Pulce” uno stipendio considerato più adeguato per il calciatore, ma con una sorpresa. Sul conto di Messi infatti non verranno riversati solamente euro, ma anche criptovalute.

Il caso Messi

Questa estate Lionel Messi ha fatto molto parlare di se’. Il grande campione ha guidato per anni il Barcellona a compiere grandi imprese, ma il club spagnolo oggi non è stato più in grado di permettersi o stipendio della “Pulce”. Per questo motivo, con grande dolore, l’argentino è stato comprato dal PSG, club francese che con ill calciomercato 2021 ha aggiunto numerose stelle alla sua rosa.

Messi però si è distinto tra gli altri numerosi acquisti di tutto rispetto. Il motivo lo si ritrova nel suo ingaggio. Il calciatore ha firmato un contratto da  circa 30 milioni annui più bonus. La particolarità però non è la cifra in se’, ma come questa è ripartita. Infatti una parte sarà parte sarà pagata in euro, un’altra in criptovalute. Il Paris Saint Germain però non ha rivelato la proporzione tra le due monete.

Messi pagato con la criptovaluta del Psg: $PSG Fan Tokens

Nel panorama calcistico sono entrate a far parte le criptovalute e i token già da qualche anno, ma Messi è il primo giocatore a riceverle come stipendio. Ma entriamo più nel dettaglio della questione. Nonostante siano una tecnologia abbastanza recente esistono al mondo già numerose criptovalute. Quelle che riceverà il calciatore sono $PSG Fan Tokens, ovvero la moneta che il PSG ha creato con Socios.com nel 2020. La scelta di dar vita ad una propria criptovaluta è nata per cercare di dare origine a nuove forme di ingressi finanziari e diversificare gli investimenti.

I Fan Tokens infatti, come tutte le criptovalute, sono quotati in borsa e possono esservi scambiati. Per questo sono soggetti a continue fluttuazioni che costituiscono il peggior difetto e il miglior pregio di questo metodo di pagamento. Per fare un esempio l’affare Messi ha fatto sì che i $PSG Fan Tokens raddoppiassero il proprio valore. Prima dell'annuncio il loro valore era di 19 euro, dopo 42,48. Ma l’influenza dell’operazione di mercato in borsa non è finita qui. Il club parigino ha infatti affermato che già dopo le prime indiscrezioni sul possibile acquisto del giocatore i volumi di scambio dei fan token hanno toccato i 1,2 milioni di dollari.

Messi è il primo, ma non l'ultimo caso di calciatore pagato in criptovalute

La scelta del Paris Saint Germain di puntare sui Fan Token rientra pienamente nell’andamento che il mercato calcistico e sportivo in generale sta prendendo. Ad affermarlo è anche  Alexandre Dreyfus, ceo di Chiliz e Socios.com:

“Il Paris Saint-Germain sta raccogliendo i frutti del suo approccio innovativo e sono convinto che questo sarà l’inizio di una nuova tendenza che vedrà Fan Tokens e Socios.com giocare un ruolo sempre più importante ai massimi livelli dello sport”.

Per conoscere altri sport che hanno stretto rapporti con il mondo delle criptovalute, clicca qui.