Il metaverso italiano cambierà il mercato?

METAVERSO ITALIANO ADVEPA - Dall’annuncio di Mark Zuckerberg del cambio di nominativo della sua società da Facebook a Meta e dell'intenzione di investire in Horizon Worlds è partita la conquista al metaverso. In Italia e nel mondo sono già molte le realtà che si stanno definendo metaversi, anche se siamo ancora lontani da un metaverso come il suo primo fautore lo ha pensato. 

Le prospettive di crescita economica nel metaverso 

Una ricerca condotta dalla società Sensemakers ha rivelato che solo 1 italiano su 4 è consapevole di cosa sia il Metaverso e ritiene pure che possa essere l’evoluzione del web. Ci si aspetta inoltre che porti miglioramenti al nostro modo di fruire lo spazio virtuale rendendolo maggiormente coinvolgente e accessibile. Non solo, l’introduzione del metaverso all’interno della rete potrebbe dare anche una spinta all'evoluzione del web3. Si tratta del prossimo step evolutivo del web che fruiamo oggi e che avrà come centro la decentralizzazione e un'economia che permetterà a tutti, non solo alle big tech, di guadagnare e monetizzare in larga scala. 

Tornado al Metaverso, ci si aspetta che, anche nella sue versione primordiale e non definitiva, porti a guadagni pari a 800 miliardi entro il 2024, ovvero in due anni dal momento in cui stiamo scrivendo. Per JP Morgan si tratterebbe addirittura di cifre sottostimate, tanto che, a suo dire, il metaverso sarà in grado di generare ricavi per un trilione di dollari.

La moda italiana entra nel metaverso

I metaverversi maggiormente conosciuti ed esplorati al momento sono Decentraland, Roblox e Sandbox. Tutti nati da aziende estere, a cui però hanno preso parte e vi stanno partecipando anche oggi aziende Made in Italy. È questo, per esempio, il caso di United Colors of Benetton. All’interno del metaverso di Sandbox è presente un negozio della casa di moda che nel corso della fashion week di Milano ha dato vita ad un vero e proprio capovolgendo dell’esperienza immersiva. 

Solitamente sono le realtà nel metaverso ad ispirarsi a quelle presenti del mondo fisico. United Colors of Benetton ha dato vita ad una esperienza al contrario. È stato infatti lo store in Corso Vittorio Emanuele a Milano ad ispirarsi in tutto e per tutto a quello ospitato in Sandbox. A differenziare le due realtà è stato il modo in cui l’utente poteva fruire il negozio. Nel metaverso infatti i clienti potevano girare e partecipare ad attività e giochi coinvolgenti con lo scopo di guadagnare punti da convertire in buoni da spendere nello store fisico. 

"Lavorare in modo più creativo, simpatico e coinvolgente rende tutto meno alienante" - Rossano Tiezzi

Come cambierà il mercato italiano con l’imporsi del metaverso

United Colors of Benetton è solo un esempio del Made in Italy che entra nel metaverso, ma si tratta di una realtà molto grande e con potenzialità economiche notevoli. Chi invece dovrebbe puntare maggiormente all’ingresso nel metaverso e che ne potrebbe trarre maggiore profitto sono le PMI italiane. 

In italia si sta puntando molto ad una digitalizzazione sempre maggiore per le aziende. Le PMI si trovano, però, in grande difficoltà in questo ambito. Ma la loro importanza per il mercato italiano è notevole, dal momento che da sole coprono il 41% dell’intero fatturato generato in Italia. C’è bisogno quindi che applichino una veloce trasformazione digitale per poter rimanere competitive sul suolo nazionale, ma soprattutto estero. Il PNR da questo punto di vista sta cercando di mandare aiuti, ma anche il Metaverso potrebbe fare la sua parte. 

Permette infatti di raggiungere un pubblico enorme e proveniente da ogni parte del mondo, in poco tempo e con risorse economiche esigue. Non esistono barriere temporali, fisiche e linguistiche nel metaverso e le prospettive di crescita sono esponenziali e non proporzionali al capitale investito. La discriminante tra chi vi trarrà profitto e chi non dipende solo dalla volontà di farne parte. 

Il metaverso mette tutti sullo stesso piano e offre a tutti le stesse opportunità. Se le PMI decideranno di credere in questo progetto potranno ottenere in Italia un potere maggiore rispetto a quel 41% registrato fino ad ora. 

Il metaverso di Advepa 3d for Business, azienda leader in Italia

Come abbiamo visto il metaverso ha notevoli margini di crescita economica. La cosa più affascinante è che è accessibile a tutti i settori e a tutte le realtà, da quelle con maggiori possibilità economiche a quelle con wallet più esigui. Lo sanno bene le aziende che hanno investito in Advepa, azienda leader italiana del metaverso. Advepa opera in Italia da ben 15 anni e a oggi ha attivi ben cinque metaversi commissionati da realtà del nostro territorio ed estere. Le applicazioni sono molteplici e spaziano dal settore del food&beverage, alla cybersecurity, dal mondo della moda a quello dell'ecosostenibilità e tecnologia. Non mancano anche metaversi dedicati al lavoro. 

In un'intervista realizzata dal giornalista Simone Turchetti per il TG2, Rossano Tiezzi, direttore commerciale di Advepa, ha spiegato il presente della realtà virtuale e quali opportunità gli ambienti 3D stanno già creando nel mondo del lavoro. Di seguito potete ascoltare le sue parole.